Skip to content

Libri d’occasione

22 novembre 2011

Uno dei vantaggi di vivere a Londra, e per la mia limitata esperienza anche in altre città del Regno Unito, è la possibilità di farsi un giro negli innumerevoli charity shop. Questi sono negozi gestiti da volontari, che vendono oggetti usati donati dal pubblico. Il ricavato sostiene finanziariamente l’ente di beneficenza cui il particolare negozio è affiliato.

C’è chi vi compra vestiti di seconda mano (o piede, o gamba) per necessità e chi per gusto, anche se la linea tra cencio e vintage è un po’ troppo sottile per quanto mi riguarda. In realtà la maggior parte dei capi di abbigliamento sono là solo per il consumismo di annoiati ex-proprietari, o per la loro generosità, quindi ci sarebbero da fare degli affari. Ad ogni modo, per noi entrare in un charity shop significa dare una sbirciata ai libri.


Per chi leggerà queste righe dopodomani, preciso che si tratta di libri di carta stampata, non elettronici. Il fascino di guardare uno scaffale di libri usati non ha pari. Potrebbe capitarti tra le mani qualsiasi cosa.

Sabato pomeriggio, Chiara,  Lorella e Marta sono andate a caccia. Mi hanno fatto uno squillo al cellulare, per segnalarmi che non torneranno a casa a mani vuote. Ci eravamo accordati in questo modo: le ragazze non avrebbero comprato più di 9 oggetti diversi, non solo libri. Inoltre, se una delle tre avesse fatto anche solo un acquisto, almeno una delle altre due avrebbe comprato qualcosa. Per compagnia.

Abbiamo concordato il massimo di 9 oggetti perché corrisponde con la lunghezza della nostra lista di libri desiderati. E adesso, perché no, proviamo a sognare. Mettiamo che tutti gli acquisti provengano effettivamente da questa lista! In quanti modi diversi possono tornare a casa le borse delle tre ragazze?

Marta ha notato che la risposta è un numero oblungo, quindi il prodotto di due numeri consecutivi.

Libri d’occasione


In quanti modi si possono formare due o tre sottogruppi di \{1, \ldots, n\} nonvuoti e disgiunti? Esprimere come k(k+1).

Annunci
6 commenti leave one →
  1. Dario S. permalink
    25 novembre 2011 7:17 pm

    Ma… alla fine che avete comprato? 🙂
    Io ho letto i due libri di Pratchett, in italiano…. ho provato a leggerli in inglese ma Pratchett è davvero ostico :/
    Bellissimi libri però!

    • 26 novembre 2011 9:53 am

      Sì, Pratchett infarcisce le frasi di giochi di parole, oltre che di considerazioni divertenti e interessanti, ed è uno spasso da leggere 🙂 Già nel titolo: il terzo è Equal Rites, esattamente omofono a Equal Rights, ed è azzeccatissimo perché tratta sia di rituali magici che di pari opportunità maschi-femmine. Mort devo ancora leggerlo, ma sapendo già CHI è Mort mi aspetto scintille!!

      E comunque i libri sono stati fotografati dallo scaffale di casa, quindi già comprati ^^

Trackbacks

  1. Gioco del 17 « Con le mele | e con le pere
  2. Significati | Con le mele | e con le pere
  3. Mazzocchiate | Con le mele | e con le pere
  4. La cosa più meravigliosa del mondo | Con le mele | e con le pere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: