Skip to content

Gioco del 17

14 maggio 2012

In Italia non è diffuso il concetto di charity shop, ma è possibile trovare mercatini dell’usato nei quali gli oggetti esposti sono venduti a fini di lucro: metà e più del ricavato va all’espositore, il resto all’ex proprietario. Seguendo la nostra istintiva attrazione per questi luoghi, li visitiamo spesso a caccia di tesori.

Il lucro summenzionato è relativo, specie quando, invece di danarosi acquirenti, i potenziali compratori siamo noi di Conlemele. Poche settimane fa, Marta ha comprato un piccolo libricino di narrativa dal prezzo irrisorio, e l’ha pure trovato molto divertente. Ma la scena più bella è stata quando una sera è rientrata tutta trafelata in casa e, riferendosi al libro in questione, ha detto: “Sapete cos’ho letto? Un libro che ho pagato, in centesimi di euro, esattamente la radice quadrata del suo titolo!!!” E l’entusiasmo è giustificato, visto che aveva ragione! Di che libro si tratta?

Libri a parte, altri articoli che ci interessano particolarmente sono i giochi e i puzzle, anche se non facili da trovare. Un acquisto recente di Lorella è stato un pezzo di plasticaccia di parecchi anni fa, che sembra simile al Gioco del 15.

Il puzzle comprato come regalo “per la casa” è rigorosamente privo di scritte, sigle, marchi, nomi, e soprattutto di istruzioni. Si tratta di un prisma retto a base esagonale, con tre tessere quadrate per faccia laterale. Delle 18 tessere potenziali, una è mancante per permettere alle altre di scorrere lungo la stessa faccia. L’unico altro movimento consentito è quello di fare ruotare uno strato spostando le tessere centrali, o quelle superiori o quelle inferiori, in blocco da una faccia all’altra.

Le tessere sono di 6 colori diversi, tra cui arancio, rosso e marrone un po’ troppo simili tra loro. Nonostante questo, suddividere i colori per faccia, come pare essere lo scopo del gioco, è molto semplice.

Lorella ha implementato il gioco al PC, dopo di che considera: “Nel Gioco del 15 le tessere sono numerate da 1 a 15, da mettere in ordine in un quadrato 4 \times 4. E’ risaputo che, invertendo di posto le tessere 14 e 15, non si può poi riordinarle per mezzo di mosse valide. Però qua è come se giocassimo su un rettangolo 3 \times 6 modale, nel senso che una tessera esce da destra per rientrare a sinistra. Cambierà qualcosa?”

“In che senso?”, forza al rigore Marta.

“Cioè, colori a parte, è possibile invertire la posizione di sole due tessere con mosse valide?”

“Due tessere qualsiasi?”, pignola Marta.

“OK, OK, intendo due tessere adiacenti”.

E allora, è possibile?


Collegamento al gioco online, richiede Java.


Gioco del 17


Un rettangolo di 3\times 6 caselle contiene 17 oggetti diversi, uno per casella. Si può spostare un oggetto da una casella a quella immediatamente sopra o sotto, se vuota. Si possono spostare congiuntamente tutti gli oggetti di una stessa riga facendo rientrare dall’altra parte quelli di troppo (es. (a, b, c, d, e, f) \mapsto (b, c, d, e, f, a)). E’ possibile invertire la posizione di due oggetti inizialmente in caselle adiacenti rimettendo gli altri in posizione di partenza?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: