Skip to content

Sicuramente

27 ottobre 2012

Sovente Chiara si lamenta che le parole delle canzoni non hanno senso, e che sono scelte a caso per la loro musicalità. Questo giudizio categorico non può essere sempre vero, anche se in molti casi, in effetti, non c’è niente da capire.

Ed è vero anche il contrario, cioè che in molti casi non c’è tutto da capire, perché il contenitore, la canzone con la sua musica, lascia la sua impronta sul messaggio.

Facciamo un esempio concreto, dal quale ciascuno potrà trarre la conclusione che crede, magari riallacciandosi ai concetti di storiografia, esegesi, interpretazione, cabala, cose che stanno nell’occhio di chi guarda, e altri.

Nel testo della canzone “Siamo come siamo” di Max Gazzè troviamo il verso

un occhio per un occhio è sempre un occhio

vale a dire che, per quello che gli concerne ad un occhio, per quanto gli è dato di vedere, un altro occhio è sempre e solo un occhio, senza altre distinzioni.

Per non fermarci sempre alla prima lettura, possiamo azzardare che il cantante alluda a ben altro. In effetti, non v’è chi non veda nella parola “occhio” la traduzione letterale dell’inglese “eye”, omofono alla pronuncia della vocale “i” (sempre [] nell’alfabeto fonetico internazionale). La coincidenza uditiva ha suggerito agli sviluppatori del linguaggio di programmazione MATLAB di chiamare “eye” la funzione che, a fronte dell’input n, restituisce la matrice identità I_n. Chissà allora che così pensando, il cantante non si riferisse all’idempotenza

I_n \cdot I_n = I_n.

Sicuramente.

Annunci
4 commenti leave one →
  1. 27 ottobre 2012 10:07 am

    Sicuramente.

    • 29 ottobre 2012 11:12 pm

      Quel “sicuramente”, s’intende, lascia un margine \epsilon > 0 di possibilità che non sia vero. D’altra parte, se Max non si è ancora preso la briga di confutare, allora possiamo stare sicuri che \epsilon \rightarrow 0. Questa è logica. (Disclaimer: la logica menzionata è non necessariamente priva di fallacie).

Trackbacks

  1. Carnevale della Matematica #55: Sorprese Matematiche - Maddmaths
  2. Pacchetti | Con le mele | e con le pere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: